CONFESSIONE E COMUNIONE A CASA PER ANZIANI ED AMMALATI DAL 15 NOVEMBRE IN POI

Dettagli evento

  • domenica | 15 novembre 2020


Da DISPOSIZIONI AGGIORNATE A QUANTO DISPOSTO DAL DPCM 3 NOVEMBRE 2020 PER LE “AREE DEL TERRITORIO NAZIONALE CARATTERIZZATE DA UNO SCENARIO DI MASSIMA GRAVITÀ E DA UN LIVELLO DI RISCHIO ALTO”, LE C.D. “ZONE ROSSE”. Arcivescovo Mons Bellandi 

- La visita ai malati dei Ministri della Comunione Eucaristica è sospesa. I sacerdoti potranno rendersi disponibili solo in caso di situazioni gravi e laddove richiesti per l’amministrazione della Confessione, dell’Unzione e del Viatico. 
Si osservino le seguenti misure:
1. si inviterà ad arieggiare la camera prima e dopo la visita;
2. l’Unzione avverrà mediante un batuffolo di cotone o una salvietta pulita oppure bastoncini cotonati biodegradabili;
3. prima e dopo aver comunicato il malato il Ministro si laverà le mani con acqua e sapone oppure con idoneo gel a base alcolica;
4. si privilegi la comunione sulle mani;
5. nella stanza ci siano meno persone possibili;
6. durante la visita il Ministro non indosserà la semplice mascherina chirurgica ma una mascherina FFP2 o FFP3 senza valvola.

- Per portare la Comunione ai malati che per lungo tempo non possono venire in chiesa, i Parroci - valutandone l’opportunità - potranno affidare questo compito a un parente convivente con il malato che sia fidato e conosciuto dai Sacerdoti della Parrocchia.

_____________________________________________________________________________________________________________________